Scoprire l'Avana

Ci sono molti modi di conoscere l'Avana. Puoi leggere i romanzi di Alejo Carpentier e restare affascinato da quell'immagine della vita che trascorre tra le colonne di questa città. Oppure potresti preferire l'Avana descritta da Hemingway, o quella che è raccontata in centinaia di canzoni. La trama del romanzo di spionaggio "Il nostro agente all'Avana" ti trasporterà sicuramente a quelle notti degli anni '50. Ma non c'è miglior modo di scoprire l'Avana se non percorrendo le sue vie per conoscere alcuni dei suoi luoghi e dei suoi personaggi più interessanti.

Se hai pochi giorni di vacanza e ti appassiona la storia, l'Avana Vecchia può funzionare da biglietto per un viaggio nel tempo, senza fermate intermedie fino all'epoca del dominio spagnolo sull'isola. È sufficiente percorrere il sistema di piazze coloniali formato da Piazza della Cattedrale, quella d'Armi, quella di San Francesco d'Assisi, quella Vecchia e quella del "Cristo del Buen Viaje". In due o tre giorni, se sai osservare con attenzione, potrai farti un'idea della storia coloniale della città, raccontata dagli edifici che si erigono intorno ad ognuna di esse. Dal palazzo di Segundo Cabo alla particolare composizione della Cattedrale, dal palazzo dei Conti di Jaruco all'attuale Hotel Santa Isabel, tutti hanno qualcosa da raccontare.

Poi, se hai ancora tempo, unisci questo percorso con il sistema di fortificazioni militari che resistono all'avanzare degli anni su entrambi i lati della baia, e che ha come punto più rilevante il complesso di Morro-Cabaña, con il suo iconico faro e la sua interesante cerimonia della cannonata delle 21:00. Un rituale che si realizza ogni giorno, ricordando i tempi in cui la città era tutta all'interno delle mura.

Se ti senti attratto dalle storie della presenza di malavitosi e artisti nordamericani famosi come Lucky Luciano e Nat King Cole nella Cuba degli anni '50, il posto ideale è il Vedado. Non perdere l'occasione di percorrere la Rampa e ognuno dei 500 metri che vanno dalla gelateria Coppelia fino al mare, per la calle 23, e arriva fino all'Hotel Nacional, uno spazio dove le storie di quegli anni fanno parte del presente.

Può essere molto interessante aggiungere a questo itinerario i luoghi amati da Hemingway negli anni in cui ha scritto e vissuto qui. Dalla piccola stanza dell'hotel Ambos Mundos dove ha scritto "Addio alle armi", fino al paesino di mare Cojimar all'altro lato del tunnel della baia, e la sua "Finca Vigía" in uno dei quartieri più poveri della capitale.

Di sera, se ti attrae la musica contemporanea cubana, non perderti la Fabbrica di Arte Cubana ("Fábrica de Arte Cubano"), un centro molto popolare tra i giovani, ideale per gli amanti di quasi ogni genere musicale, dove si riuniscono artisti nazionali e stranieri. Ma non darti limiti, la città è un calderone musicale di piccoli posti privati che offrono musica dal vivo.


Leggete altro sull’Avana


Siamo qui per aiutarti

Hola! Per una domanda o una richiesta particolare, siamo qui per te.

Mettiti in contatto con noi
The CTN staff

Perché prenotare con noi

  • Siamo cubani! Conosciamo il posto meglio di chiunque altro.
  • Ogni anno aiutiamo oltre 50.000 viaggiatori come te.
  • La maggior rete di partner cubani che ti porta dove gli altri non arrivano.
  • La più ampia offerta di prenotazioni online e disponibilità in tempo reale per soddisfare qualsiasi esigenza di viaggio.